Lun. Mar 4th, 2024

ROMA – Il dio denaro sta distruggendo l’esistenza della persona. È una corsa alla distruzione totale di tutto ciò che è stato costruito dal dopoguerra ad oggi. Cosa sta succedendo? Sta succedendo quello che finora ci hanno sempre nascosto, facendoci credere che ogni provvedimento adottato dalla politica fosse un bene per il cittadino, invece, viceversa, sono andati a tutelare gli interessi di banche e gruppi finanziari che dovevano prestare i soldi ai governi centrali.

Si è creato un vortice che oggi ci sta spazzando via creando una società retta dai debiti e non sulla produzione. Il capitalismo gestito da pochi, sta creando disordine in quasi tutti i paesi europei, e non solo. Un vortice che non si ferma più, di tanto in tanto esce fuori e spazza via una fetta di tranquillità. Questo capitalismo sfrenato per prima cosa ha distrutto il lavoro. Un lavoro che un tempo era l’unica forma di crescita dei paesi e la forma migliore per avere uno stato sociale equo.

Ci risiamo, la Libia diventa di nuovo una minaccia. Dopo che. Sarkozy ha bombardato la Libia destabilizzando Gheddafi, oggi Macron ripete lo stesso errore, solo perché deve difendere gli interessi economici e commerciali della sua nazione. Lui che parla di abbattere i nazionalismi diventata il primo nazionalista. A farne le spese sono le migliaia di vittime innocenti che continuano a morire sotto i colpi del capitalismo.

Lo abbiamo visto con la Grecia: nazione che ha insegnato al mondo la civiltà si è ritrovata povera per colpa dell’euro. Fatevi un giro per la Grecia, il dolore e la disperazione si leggono quotidianamente sui volti dei greci. La Grecia non è stata piegata da una guerra sanguinaria, ma ha subito una guerra finanziaria, che l’ha colpita e affondata più di ogni guerra. Tsipras, a differenza di Varoufakis, ha obbedito a una politica di austerità imposta dall’unione europea massacrando il suo popolo con tasse altissime. Tasse che hanno portato all’impoverimento dell’intera nazione. Il popolo greco è stato conquistato prestandogli denaro a tassi usurai. Oggi la Grecia ha Tassi altissimi di disoccupazione, mancanza di cure sanitarie, fuga dei giovani all’estero, alto numero di suicidi, dopo che è uscita dal piano di protezione. Un piano che è servito solo a tutelare gli interessi di Germania e Francia. Germania, Francia e Cina si sono appropriati delle ricchezze del popolo Greco peggio degli avvoltoi.

C’è da dire che la Germania non ha sborsato nemmeno un soldo dopo aver perso la seconda guerra mondiale, mentre noi italiani abbiamo pagato a caro prezzo quella sconfitta, ed oggi il debito pubblico è relativo ancora a quei debiti della seconda guerra mondiale. Quel debito non siamo mai stati capace di estinguerlo, ma era tutto ben studiato: dovevamo rimanere schiavi a vita. Quel debito è aumentato sempre di più e noi non saremo mai in grado di estinguerlo, quindi, saremo sempre schiavi dello spread e dei poteri bancari e finanziari se un giorno non diciamo di No e ci ribelliamo a questo ricatto infinito.

Oggi non possiamo fare più niente, ci stiamo solo piegando alla volontà altrui mettendo in discussione il futuro delle prossime generazioni. ogni governo ha dei vincoli da rispettare, ma sono vincoli studiati per tutelare gli interessi speculativi e non interessi di ricchezza delle singole nazioni. Siamo solo consapevoli che presto anche a noi italiani toccherà la stessa sorte della Grecia, il principio già c’è, è solo questione di tempo e l’Italia sarà schiavizzata dal dio denaro.