Gio. Set 29th, 2022

C’è da impallidire quando si leggono alcune bollette della luce e del gas recapitate a pasticcerie, bar, pizzerie e ristoranti. Parliamo di piccole attività che stanno affrontando un caos senza precedenti. Le bollette sono state sempre salate, ma ora sono fuori misura in tutti i sensi. Cosa possono fare contro questa mattanza. Poco o nulla. Pagarle è impossibile, non pagarle porta al distacco delle forniture. L’unica soluzione è quella di abbassare la serranda e si salvi chi può.

Il Mattino di Padova ha raccontato il caso della storica pasticceria Dolce Stella, che ha abbassato per sempre la saracinesca. Stella Scutelnic, titolare della pasticceria di Casalserugo, ha raccontato al Mattino di aver preso la decisione di chiudere quando si è trovata da un giorno all’altro senza elettricità: “A quel punto ho capito che non potevo più andare avanti così e ho deciso che non mi restava che chiudere”. Dopo anni di impegno e sacrifici, la titolare ha preferito abbassare le tende sulle vetrine, chiudere il laboratorio e iniziare a vendere le attrezzature per pagare i debiti.

È uno dei tanti casi, ma ci saranno tanti altri casi analoghi che porteranno alla resa. La tempesta è troppo grande, ti aggrappi per un po’ a qualcosa ma poi sei costretto a lasciare la presa e abbandonarti al crudele destino della resa. Le attività che si trovano in queste condizioni sono migliaia e migliaia.