Mar. Ott 4th, 2022

MODENA-Il Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Alessandro Pansa ha ricevuto questa mattina a Modena dal Sindaco Gian Carlo Muzzarelli  la cittadinanza onoraria “per i meriti che le donne e gli uomini della Polizia di Stato hanno acquisito nel quotidiano impegno a difesa della legalità e per la sicurezza dei cittadini modenesi e del territorio”.

La cittadinanza è un riconoscimento a tutta la Polizia di Stato che “durante i drammatici momenti delle calamità naturali, che con il terremoto prima e l’alluvione poi hanno ferito il territorio, ha manifestato oltre l’alto senso del dovere uno spirito di grande solidarietà verso le popolazioni colpite, che anche grazie alla presenza e all’aiuto delle forze dell’ordine hanno potuto risollevarsi e ripartire”.

Durante la cerimonia le autorità locali hanno altresì consegnato al Capo della Polizia le chiavi della città come emblema di fedeltà riconosciuta e fiducia concessa.

Il Prefetto Pansa ha sottolineato che “l’opera delle donne e degli uomini della Polizia di Stato, e di tutte le forze dell’ordine, non si esaurì una volta cessata l’emergenza. Per lunghe settimane, infatti, sia all’indomani del terremoto del 2012 che dell’alluvione del 2014, il nostro personale si prodigò giorno e notte allo scopo di prevenire l’odioso fenomeno dello sciacallaggio ai danni delle abitazioni private, degli esercizi commerciali e degli stabilimenti produttivi; per tutelare i campi di accoglienza dei senza tetto e i moduli abitativi provvisori; nonché per garantire la sicurezza stradale nelle aree colpite, scongiurando il rischio di ulteriori vittime provocate dal cedimento di edifici pericolanti o infrastrutture danneggiate”.