Sab. Mag 21st, 2022

Eravamo abituati ogni giorno a leggere le “cacianate” dei politici che, puntualmente, pubblicavano sui social. Dopo di loro tanti commenti dei leoni da tastiera. Ogni giorno era cosi. Era diventata una prassi consolidata della politica comportarsi in una certa maniera. Poi, all’improvviso, un virus gli ha tappato la bocca facendoli scomparire dai social. Ha fermato quella grande caciara che quotidianamente gli internauti erano costretti a subire. Anche i media facevano la loro parte a sostegno di questa o quella parte politica, anche loro si sono zittiti.

Il coronavirus ha fermato tutto. I politici sembrano essersi dileguati nel nulla. I leoni da tastiera e i tifosi incalliti di questo o quel politico, sono scomparsi dalla circolazione. Per una settimana e più, sui social è tornata la pace, non si parla più di politica. Il coronavirus, come una bella donna, ha spazzato via tutte le pretese dei politici e si è preso la scena. Ci voleva un virus per zittirli e farli smettere di fare politica attraverso i social. Speriamo che dopo questa bufera la calma persista, perché si vive molto meglio senza le “pacchianate” messe in circolazioni dalla classe politica italiana.