Mar. Dic 6th, 2022

I pronto soccorso sono da sempre in affanno, e spesso si ritrovano con carenza di personale e ciò implica difficoltà per i pazienti che si recano in ospedale per le prime urgenze.

Intervistato dal Corriere della Sera, il ministro Schillaci, in merito alla carenza di personale medico negli ospedali e in particolare nella Medicina d’urgenza sottolinea la necessità di «un tavolo con il ministero dell’Università. Purtroppo – spiega il ministro – alcune specialità, e sono quelle di cui c’è più bisogno, hanno meno appeal di altre per i giovani medici anche perché danno meno possibilità di lavorare nel privato. II problema è legato anche agli stipendi: io credo sia giusto, per esempio, per il Pronto soccorso andare a identificare indennità per incentivare i giovani a scegliere la Medicina d’urgenza. Aumentargli lo stipendio è l’impegno che mi assumo».

Saggia la decisione del ministro della salute in merito ad una questione delicata dentro la sanità pubblica. Forse incentivare economicamente potrebbe invogliare i sanitari a scegliere la medicina d’urgenza. Se tutto ciò si traduce in fatti, per i cittadini pazienti può essere un sospiro di sollievo.