Gio. Giu 8th, 2023

Dopo le polemiche divampate sul contratto proposto dalla Rai e poi congelato per le polemiche il professor Alessandro Orsini torna a Cartabianca, il programma condotto da Bianca Berlinguer ma gratuitamente. Orsini è considerato un filo-Putin, ma quando Bianca Berlinguer gli chiede se ha se ha legami con il Cremlino, la risposta di Orsini è un netto No. 

Tornando indietro, Orsini nel 2018 in audizione in Senato aveva lanciato l’allarme per le crescenti tensioni nell’est Europa e aveva apertamente avvertito i senatori della possibilità che la Russia potesse sfondare le linee occidentali mettendoci davanti al rischio di entrare in guerra. La previsione di allora si è materializzata in questo mese portando la Russia ad invadere l’Ucraina. Quindi il professore in queste settimane non sta dicendo altro quello che aveva già anticipato nel 2018.

Orsini si è sempre definito filo-occidentale, lontano da essere filo-putin, e lo dice lui stesso in risposta alla Berlinguer che gli chiede se ha rapporti con il Cremlino. “Di nessun tipo – risponde Orsini – io sono stato membro di due commissioni del governo della radicalizzazione jihadista. Ero coordinato da Marco Minniti (ex ministro degli Interni del Pd, ndr) che era una sorta di super-capo dei servizi segreti e poi sarebbe” andato al Viminale, ricorda il prof. La mia vita è stata ovviamente passata la setaccio. Ti guardano anche se hai una multa per divieto di sosta, figuriamoci se avessi avuto contatti col Cremlino o un altro governo straniero. Non sarei mai entrato in quella commissione”.