Mar. Mag 24th, 2022

Molte persone con un certo equilibrio mentale, di sicuro capiscono che l’epidemia ha salvato la cattiva politica. Senza il virus saremmo andati di sicuro a votare molto prima che si insediasse il governo Draghi. Molti equilibri si erano già rotti prima, con l’arrivo del virus tutto è stato messo in discussione per salvare il paese. Il primo segnale sono state le scorse regionali, dove molti presidenti uscenti, grazie al virus, sono stati eletti con un grande plebiscito, cosa di sicuro impossibile senza il virus in circolazione. Per molti di loro è stata la mamma dal cielo.

Tutto quello che è venuto dopo l’ultimo governo Conte, ha scandito un’agenda politica su alcuni versi molto illiberale, con l’appoggio di tutti i partiti che compongono il governo Draghi. Le cose fatte da Draghi erano impossibile farle col governo Conte II. L’ultima, il discorso del green pass, che è servito ad obbligare le persone a correre a vaccinarsi per evitare di non poter andare a lavoro o spendere una cifra in tamponi per veder riconosciuto il diritto di lavorare.

Molti fattori messi insieme fanno del virus la grazia ricevuta per la politica italiana romana, regionale e locale. Se siamo arrivati al governo di salvezza nazionale, lo si deve al coronavirus. Senza il virus molte cose sarebbero andate diversamente. Molti partiti e politici sarebbero caduti sotto le scure elettorali degli italiani.