Mar. Lug 5th, 2022

Finora non c’erano conferme ufficiali, ora la Cina conferma l’esistenza di un virus misterioso che si trasmette da uomo a uomo. La Cina ha annunciato di aver registrato nuovi decessi dovuti al “virus misterioso” simile alla Sars. Le autorità sanitarie cinesi segnalano che ci sono nuovi 77 casi in Cina di persone contagiate dal virus, portando a 291 il totale. Finora i decessi sono stati sei. I più colpiti sono il personale medico di Wuhan, la città cinese dove si è diffusa l’epidemia di polmonite virale. Lo hanno comunicato le autorità sanitarie di Wuhan dal proprio account Weibo, la piattaforma di social network più utilizzata in Cina.

Secondo quanto riporta la Abc, un uomo australiano di ritorno dalla Cina presentava sintomi riconducibili al virus simile alla Sars che si è diffuso un Cina. L’uomo è stato messo in isolamento nella sua abitazione. Secondo le prime informazioni sembra che fosse stato in viaggio a Wuhan, la città considerata il focolaio del virus. Pur essendo basse, le probabilità di arrivo del virus nell’Unione europea possono ora aumentare con le imminenti celebrazioni del Capodanno cinese, previste tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio, per via dell’aumento dei viaggi da e per la Cina. In Europa sono tre gli aeroporti che hanno voli diretti con Wuhan (tra cui Roma Fiumicino), mentre altri hanno connessioni indirette. Stando a quanto riporta il The Guardian, il mistero focolaio di polmonite potrebbe essere causato da un nuovo tipo di coronavirus, una grande famiglia di virus in grado di portare allo sviluppo di diversi tipi di infezioni, più o meno gravi, dal comune raffreddore alla Sars. L’ipotesi della trasmissione interumana, da persona a persona, è stata confermata da diversi esperti.