Ven. Ago 19th, 2022

ROMA- Un popolo poco accorto vota sempre lo stesso sistema, quello intelligente cambia sistema. È la naturale sintesi di un popolo che smette di farsi prendere in giro e cambia le sorti della sua vita. L’Italia però è fanalino di coda su questo. Basta entrare nei parametri della politica per capire come il popolo non è attento alle sue esigenze. Infatti in parlamento, in questo parlamento, si sta consumando l’ennesima presa in giro nei confronti del popolo elettore: si cambia casacca più velocemente della luce.

Gente che è stata votata con Forza Italia oggi la ritrovi alle dipendenze della sinistra. Gente votata col M5S te li ritrovi nel gruppo misto o qualcuno già paventa di accasarsi col PD. Gli esempi sono molteplici, l’unica verità è che i politici usano il voto degli elettori a loro piacimento. Non si preoccupano dei bisogni della gente, ma si preoccupati delle esigenze dei partiti o gruppi di appartenenza.

La cosa che più fa rabbia, e su questo il popolo italiano votante deve riflettere a lungo, è che i politici sembrano proprietari del voto. Sembra che hanno l’autorità di fare tutto quello che vogliono, tanto il popolo corre a votarli lo stesso. Quasi come se l’elettore fosse di proprietà e quindi nessuno glielo può togliere. Una prassi talmente consolidata che continua reggere nonostante l’Italia sta morendo. Il popolo italiano muore, ma loro, i politici, continuano a vegetare e sprecare i soldi pubblici dei contribuenti senza pietà.