Dom. Set 25th, 2022

Il politicamente corrette ha ormai stancato. Nessuno e discriminatorio nei confronti di chi la pensa diversamente e vuole vivere la vita diversamente. Un altro conto è l’educazione gender che ormai irrompe anche nei cartoni animati. Si è aperta una grande discussione in piene campagna elettorale sul cartone animato di Peppa Pig.  A insorgere contro il popolare cartone animato per i bambini sono state Fratelli d’Italia e Pro Vita Famiglia Onlus, che hanno criticato l’episodio – trasmesso in Gran Bretagna – in cui viene presentata una famiglia con due mamme. L’associazione ha anche lanciato una petizione online cui intima alla Rai di non trasmettere “cartoni gay per bambini”. Stigmatizzano invece le polemiche i partiti del Centrosinistra.

La posizione – come riporta Tgcom 24 – è stata fatta propria da Federico Mollicone, responsabile Cultura di Fratelli d’Italia. “È inaccettabile la scelta degli autori del cartone animato Peppa Pig di inserire un personaggio con due mamme. Ancora una volta il politicamente corretto ha colpito, e a farne le spese sono i nostri figli. Ma i bambini non possono essere solo bambini?”, si chiede. “Siamo e saremo sempre in prima linea contro le discriminazioni, ma non possiamo accettare l’indottrinamento gender. Per questo chiediamo alla Rai, che acquista i diritti sulla serie di Peppa Pig in Italia col canone di tutti gli italiani, di non trasmettere l’episodio in questione su nessun canale o piattaforma web”.