Mer. Mag 18th, 2022

Tra le regioni meridionali la Campania risulta quella avere più contagi. La risposta è immediata: la stragrande maggioranza dei contagi è avvenuta attraverso cittadini Campani che lavorano o viaggiano dal nord al sud. Comportamenti poco corretti hanno portato ad una serie di contagi a catena.

L’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi della Protezione civile della Regione Campania, quello di ieri sera, ha comunicato che nel pomeriggio di ieri sono stati esaminati in laboratorio, presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno, 45 tamponi. Sei di questi sono risultati positivi. Nella mattinata, invece, erano stati esaminati 47 tamponi, di cui 7 positivi. Quindi nella sola giornata di ieri si sono registrati 13 tamponi positivi su 92 tamponi analizzati. Totale positivi in Campania: 63. C’è stato anche un decesso nella città di Mondragone, e il tampone è risultato positivo.

Questo i numeri, ma bisogna informare diversamente i cittadini. La regione Campania si deve impegnare a descrivere un tracciato dei contagi. Nessuno vuole sapere nome e cognome, nessuno vuole sapere cosa fa, però ci vuole una certa chiarezza per evitare altri contagi. L’unità di crisi deve spiegare il tracciato dei contagiati, per capire in che maniera avvengo, al fine di evitare altri contagi. Le persone sono impaurite proprio perché non sanno come avvengono questi contagi in una regione dove non esiste un focolaio come quello del nord. Spiegare il percorso del contagiato prima di arrivare a scoprire la positività, è importante. Bisogna spiegare una serie di cose per informare i cittadini affinché possono prendere le dovute precauzioni. In Campania l’irresponsabilità ha fatto più danni del virus.