Mar. Lug 5th, 2022

Fa male a chi ha votato il M5S sapere di essere stati traditi due volte: la prima, portando il PD al governo, secondo, per aver tradito il sentimento antieuropeista per il quale gli italiani gli hanno dato fiducia.

L’Europa ci sta facendo troppo male. Andate in un semplice supermercato, prendete un pacco di pasta speciale, e vedrete che per la maggiore il prezzo è di 1,50 euro, significa 3000mila lire delle vecchie lire. Questo è solo uno dei tanti esempi che si possono fare su quello che è successo dopo l’ingresso nell’euro. Ma i guadagni sono rimasti o alterati o addirittura peggiorati. Così non si può andare vanti.

L’Europa ci ha dettato leggi e condizioni per far parte della UE. Come paese abbiamo accettato ogni condizione e la vita degli italiani è peggiorata. Governi obsoleti hanno regalato il nostro paese a degli estranei, che non sanno nulla di ciò che succede in Italia, conoscono solo i numeri.

Il governo deve dire no alle pretese del’Europa, c’è da salvare la nazione Italia, sovrana e indipendente. L’esecutivo di sinistra targato M5S-Pd-LEU deve dire No al MES. Basta, abbiamo già dato abbastanza.  La riforma del MES è un vero pericolo per il nostro paese. Mette a rischio l’economia in un momento di incertezze impressionante. Da quando siamo entrati in Europa abbiamo una catena appesa al collo che ci trascina dove vogliono gli altri. Poteri invisibili che pilotano il sistema europeo. Siamo una nazione che non cresce non per incapacità degli italiani, ma per le ristrettezze europee che ci hanno impedito di crescere. La nostra economia non vola perché siamo ostaggi della UE. Le nostre imprese sono in affanno poiché il sistema economico interno è crollato e non fa risalire il PIL. L’Europa ci ha ucciso e sta uccidendo anche il futuro dei figli e nipoti. È un impero tecnocrate che non guarda ai veri bisogni dei cittadini italiani, che sono altri, e vanno risolti al più presto. L’Europa, come unica certezza, ha costruito solo un’Italia povera.