Mer. Feb 8th, 2023

NAPOLI- I poliziotti sono intervenuti in via Ghisleri, a Napoli, dove era in corso lo spegnimento di un incendio di un appartamento posto al quarto piano di uno stabile da parte dei vigili del fuoco. Ai poliziotti i vigili del fuoco hanno comunicato che l’appartamento era andato completamente distrutto ma non aveva provocato danni allo stabile, ma l’incendio era di origine dolosa provocato da liquido infiammabile.

Gli agenti dell’ufficio Prevenzione generale, con la collaborazione degli uomini del commissariato Chiaiano, hanno capito subito che si trattava di un dispetto nei confronti di una donna. Infatti è stato individuato il responsabile, un uomo, 38 anni, che approfittando dell’assenza della sua ex si era introdotto nell’appartamento e lo aveva dato alle fiamme. Soltanto che l’uomo dopo aver appiccato il fuoco è rimasto a sua volta ustionato. Una volta giunto in ospedale aveva dato false generalità per sviare le indagini e declinare dalle responsabilità. Le ipotisi di accuse sono incendio, evasione, false attestazioni, inoltre scatta la denuncia anche per sostituzione di persona e falso ideologico commesso da privato in atto pubblico. Infine verrà denunciato anche per il reato di atti persecutori visto che si tratta dell’appartamento dove abita la sua ex.