Lun. Ott 3rd, 2022

Orrenda sorte per una bambina cristiana giustiziata senza colpe dall’isis. Una storia che ci ricorda le contraddizioni e la violenza tremenda che ogni guerra porta con sè.

È successo a  Mosul, capitale dello Stato Islamico nei territori occupati dell’Iraq. Una bambina cristiana è stata arsa viva dai terroristi arruolati sotto le insegne dell’Isis dopo che la madre aveva tardato a pagare la jizya, la tassa di protezione imposta ai non musulmani da parte della polizia segre.

I terroristi non hanno avuto pietà per una piccola anima innocente. La piccola prima di rilasciare l’ultimo resipro avrebbe perdonato i suoi carnefici. Una storia triste che richiede solo giustizia per questi atti orrendi che belve umane commettono nei confronti di piccole e indifese creature.