Mar. Lug 5th, 2022

Per Pasqua è pasquetta per le forze dell’ordine sarà doppio lavoro. Per evitare le fughe improvvise e anche notturne verso le seconde case o verso il sud, sono stati intensificati i controlli. Posti di blocco sulle autostrade, controlli a tappeto sui consumi e perfino “pattugliamenti” da parte di droni: è il pianto anti-esodo messo a punto dal Viminale per scoraggiare gite e spostamenti a Pasqua e Pasquetta. Nel mirino soprattutto le seconde case e, si legge nella circolare del ministero, “località a richiamo turistico” in tutto lo Stivale. Complice anche una Pasqua, che quest’anno, regalerà un tempo bellissimo, i governatori delle regioni stanno tutti blindando i loro confini per evitare che ci possa essere una corsa degli irresponsabili verso mari e montagne. Polstrada ai caselli, per rimandare a casa eventuali sbadati, elicotteri di Gdf e Capitaneria a pattugliare coste e arenili, motovedette in mare. E, inoltre, parchi, sentieri e camminamenti chiusi e presidiati. Anche le stazione, da parte della polfer, saranno super sorvegliati. Un’imponente chiusura per evitare qualsiasi movimento, oltre alle sanzioni in vigore che saranno consegnate a eventuali trasgressori degli obblighi di legge.