Ven. Ago 12th, 2022

Mettiamola così: l’Europa e come il passaggio del cantico dell’inferno della divina commedia, dove Dante recitava: “Perdete ogni speranza voi che entrate”. Anche i più catastrofici dei matrimoni alla fine, dopo lunghe battaglie portano al divorzio. Invece l’Europa si sta rivelando qualcosa di molto pericoloso, dove chi entra, rimane ostaggio a vita del sistema euro. Il catastrofico verdetto del Parlamento di Londra alla Brexit negoziata dalla premier Theresa May è la prova che da questa armatura UE non c’è modo di uscire. La fortuna dell’Inghilterra è quella di aver mantenuto la sterlina come moneta nazionale non accettando l’euro. fortuna però che non gli permette di uscire liberamente dall’unione europea nonostante il popolo si sia espresso attraverso un referendum.

All’Inghilterra sta andando male attraverso la Brexit, ma facciamo attenzione, perché anche a noi italiani ci stanno preparando, attraverso la BCE, un bel regalino. In questi giorni la BCE sta confezionando una richiesta che fa tremare i polsi alle nostre banche, cioè azzerare in fretta e furia tutti i crediti deteriorati in pancia alle banche italiane, con il risultato di vederne crollare i titoli in Borsa e in prospettiva di far diminuire gli impieghi a favore di famiglie e imprese.

Un atteggiamento, quello della Bce simile a un sovrano. Infatti la procedura non è stata discussa con nessuno ma è stata calata dall’alto. Con questa Europa, che il giorno dopo la venuta dell’euro ha abbandonato i valori per cui era nata, si inizia a rischiare tantissimo. I cittadini si sentono traditi e ora non trovano vie d’uscita, poiché gli stessi governanti nazionali non riescono ad opporsi alla potenza decisionale sui popoli della UE

Oggi il vecchio continente, perlomeno quelli sfortunati che sono entrati nell’euro, hanno perso le politiche sociali sacrificate per i bilanci e, cosa più grave, la povertà bussa prepotentemente alla porta di tutti i  cittadini europei e vuole entrare con una certa prepotenza, mentre il sangue versato nella seconda guerra mondiale ci aveva permesso di abbandonarla pochi anni dopo al sua fine. C’è una sola strada per uscire da questo inferno che ogni giorno diventa sempre più caldo: cambiare gli attori che finora hanno usato l’Europa come cavallo di troia per nascondere il guaio commesso con l’euro.