Gio. Dic 8th, 2022

ROMA – Ormai gli italiani hanno ben capito che del PD non si devono fidare. I ballottaggi hanno dato prova che il PD non lo vota più nessuno. Insieme al PD è caduta tutta la sinistra italiana, inconcludente e figlia solo di un modo di fare che ormai non rappresenta più nessuno se non se stessi. Pisa, Massa, Siena, Imola, Terni, roccaforti della sinistra italiana, sono andate altrove portando alla caduta dei simboli rossi in regioni come Toscana e Emilia Romagna, li dove la sinistra aveva un impero consolidato che è caduto con le ultime amministrative.

In nessun angolo d’Italia il PD e la sinistra è ben voluta. Hanno governato per sette anni distruggendo tutto quello che gli passasse davanti. Dove governano c’è disastro assoluto. E non sono i media a dirlo, sono i dati che escono fuori dalle urne, che vedono gli italiani ignorare sia il PD sia le forze di sinistra.

In queste settimane di inizio governo hanno usato un linguaggio preconfezionato, addirittura c’è stato chi voleva denunciare o ha denunciato Salvini, ma alla fine questo linguaggio, accompagnato anche da posizioni orrende dei radical chic che, con le loro invettive, hanno ulteriormente stizzito gli italiani tanto da detestarli ulteriormente.

Martina, dopo Renzi, sta ulteriormente distruggendo il PD. Ha ragione l’ex ministro Calenda a dire che bisogna andare oltre il PD. Infatti l’ex ministro Carlo Calenda twitta che la “navigazione a vista sta portando il Centrosinistra all’irrilevanza. Ripensare tutto: linguaggio, idee, persone, organizzazione. Allargare e coinvolgere su un nuovo manifesto. Andare oltre il Pd. Subito! .fronterepubblicano”.

Ma Martina lo stoppa: “Sono d’accordo sul ripensamento complessivo, abbiamo tanto da cambiare nei linguaggi e nelle idee ma non sono d’accordo sul superamento del Pd. Credo nella ricostruzione di un campo progressista, democratico di Centrosinistra con un Partito democratico rinnovato al centro”.

Ormai è un partito confuso, distrutto, e proprio nelle realtà locali ha il peggio dei suoi uomini e donne, e i dati di ogni tornata elettorale lo dimostrano. Quindi bisognerebbe fare piazza pulita di tutti quelli che hanno usato il partito per farne un potere consolidato per se stessi. Gli elettori l’hanno capito, e ora voltano le spalle, ma quelli del PD non lo capiscono.