Mar. Nov 29th, 2022

ROMA- Ormai la guerra contro il califfato islamico è necessaria e impellente per evitare che il mondo posso ritrovarsi in un pantano dovuto al fanatismo religioso di questi terroristi.

Dopo i voli di ricognizione francesi per individuare le postazioni dell’isis, la Francia ha deciso di iniziare una serie di bombardamenti per annientare e distruggere l’isis. A darne notizia è stato lo stesso ministro della difesa francese, Jean-Yves Le Drian, che ha annunciato raid aerei dei Rafale di Parigi contro le postazioni dell’Isis in Siria “nelle prossime settimane”.

Al momento solo la Russia ha spedito in Siria uomini altamente addestrati a sostegno del governo siriano al contrasto dell’isis. In aggiunta adesso si potrebbe schierare la Francia che è stata la più colpita dal terrorismo islamico.