Mar. Ago 9th, 2022

ROMA- In queste ore si sta studiando la nuova manovra finanziaria. Nel passato i punti salienti delle manovre non tenevano in considerazione le vere esigenze dei cittadini. Nei vari governi che si sono susseguiti negli ultimi anni, a partire da quelli Berlusconi per finire a quello Gentiloni, le manovre sono state accentrate sui numeri senza tenere in considerazione gli aspetti fondamentali per la vita dei cittadini.

Il nuovo governo sta studiando una manovra che, per la prima volta nella storia repubblicana, tiene conto delle esigenze dei cittadini. Un aspetto di non poco conto se si considera la sacca di povertà e le difficoltà di buona parte del popolo italiano. Quindi è una manovra che può ridare ossigeno a chi non ha più respiro.

Ma alle opposizioni, che prima erano governo, tutto ciò non sta bene, mostrando un grado di presuntuosità che alla fine è uguale alla presunzione che avevano quando governavano. Ma non è solo presunzione, è una forte paura di essere arrivati al fine corsa. E sì, la paura maggiore è proprio quella che il popolo li ignori per sempre. Infatti i provvedimenti studiati dal governo Conte piacciono agli italiani, come sono piaciuti i provvedimenti adottati sull’immigrazione. Quindi il timore è quello di essere soprafatti dal buon governo di Lega e M5S, che non darebbe più spazio a Fi, Pd e partiti minori.

Il nuovo governo sta guardando solo ed esclusivamente agli interessi dei cittadini, senza guardare agli interessi di partito o lobby varie. È un governo che sta cambiando il modo di fare politica. Mentre prima la politica era basata solo sugli interessi dell’Europa e dei grandi gruppi lobbystici, ora l’attenzione ricade sui problemi della gente, e li va a risolvere. Per questo le opposizioni si scagliano contro questo governo, perché sta cancellando il vecchio metodo di fare politica.