Mer. Feb 8th, 2023

Fa raccapricciare la pelle ascoltare alcune affermazioni da parte di chi guida le istituzioni. La Meloni ha detto che “Lo Stato non può pagare chi aspetta il lavoro dei sogni”. E pensare che negli altri paesi europei, moderni e civilizzati, gli studenti sono pagati per studiare. Nel nostro paese invece per mantenere un figlio in tutto il percorso di studi costa una cifra. Giovani che riescono ad arrivare alla laurea dopo anni di sacrifici, ed oggi si devono sentir dire che possono fare pure i camerieri. Niente da togliere a chi fa il lavoro dei camerieri, ma non certamente il cameriere può fare il laureato.

Eppure il governo sin dall’inizio ha parlato di meritocrazia. Meritocrazia significa avere una professionalità maggiore rispetto a chi non ha chiuso il ciclo di studio. Meritocrazia significa avere capacità superiori a chi non ha potuto studiare. Meritocrazia significa avere competenze che un altro non ha. Chi prende una laurea ha competenze professionali diverse da un cameriere. Essere un medico, avvocato, ingegnere, vuol dire aver speso anni e anni sui libri per ottenere le competenze per svolgere un lavoro di alta professionalità. Ancora una volta erroneamente si pronunciano frasi che fanno rabbrividire. Il problema che questo paese non riesce a trovare la bussola per arrivare a un cambio di idee, ritrovandoci la peggiore classe politica esistente in Europa.