Mar. Dic 6th, 2022

È bastato poco per far cadere tutti gli ideali delle donne di sinistra. Uno ad uno sono stati fagocitati dall’evoluzione Politica della Meloni. È stata lei stessa ad indicare di essere chiamata il presidente, lasciando cadere quelle farse del femminismo di sinistra che negli ultimi anni volevano indicare al femminile le donne che assumevano incarichi al vertice.

E proprio le femministe di sinistra sono scomparse. Non hanno fatto un applauso alla prima donna premier della Repubblica Italiana. Evento storico che le loro battaglie non ha consentito di materializzare. Tutto è sempre rimasto al palo, e gli uomini di sinistra hanno sempre occupato posizioni di vertice sia nei partiti sia nelle istituzioni. La Meloni, invece, è riuscita a capovolgere tutto, ed oggi le donne si sinistra vorrebbero dettare regole alla Premier. Cosa difficile da farsi, visto che la Meloni va dritta per la sua strada e ignora totalmente quello che dicono le donne di sinistra.

Ormai un po’ dappertutto è sempre il centrodestra ad affidarsi alla guida di una donna. E non per un assurdo calcolo di quote ma per il merito. Quello che più irrita è la mancanza di libertà, ampiamente dimostrata in questi anni dal politicamente corretto, libertà anche di farsi chiamare il presidente, senza che nessuno tiri in ballo i diritti delle donne.