Lun. Dic 5th, 2022

Per noi napoletani la pizza è sacra, pertanto ne mangiamo a quantità. C’è il rito del sabato sera, dove quasi la totalità dei campani mangia la pizza napoletana, quella vera, no il biscotto. La Campania, ovunque ti giri, trovi pizzerie. Il costo della pizza margherita si aggira intorno ai 4-5 euro. Gli ingredienti sono ottimi, a partire dal pomodoro per finire alla mozzarella. Il basso costo dipende molto dalle materie prime a portata di mano. I pomodori arrivano maggiormente dalla zona di Sarno e la mozzarella è talmente casareccia che nessuno può competere con i pizzaioli campani. La Campania è pienissima di caseifici che producono ottima mozzarella di bufala fresca ogni giorno. La produzione di latte di bufala è nel territorio, quindi è quotidianamente fresco e pronto per produrre mozzarella.

Sulle pizze più elaborate, i prodotti sono scelti con cura, un po’ come avviene in qualsiasi tipo di ristorazione. La pizza che vedete in foto è una capricciosa ed ha tutti ingredienti di prima scelta. In gran parte prodotti del territorio, quindi costano poco perché sono quasi a chilometro zero. In Campania si sfornano milioni e milioni di pizze ogni anno di ottimo gusto e prezzo. A nessun pizzaiolo viene in mente di andare all’estero. I pizzaioli campani sono modesti e gli basta lavorare nella propria terra e farla crescere. Oggi in Campania si possono gustare svariati gusti di pizza, tutti con prezzi che vanno dai 7 euro fino ad arrivare a 10-12 euro, dipende dalla pizza. Prezzi che non dipendono dalla scarsa qualità delle materie prime, non esiste, sono prezzi che danno il valore giusto alla spesa per una singola pizza. La Campania storicamente è la madre patria della pizza e i prezzi sono gestiti obiettivamente per soddisfare l’enorme bacino di clientela amante della pizza.