Mar. Ott 4th, 2022

La Russia non fa nessun sconto all’Italia, anzi, inasprisce le sue posizioni contro il nostro paese e lo fa con lo strumento del gas. Come comunicato dalla stessa Eni sul sito del gruppo, a fronte di una richiesta giornaliera di gas da parte di Eni pari a circa 63 mln di metri cubi, Gazprom ha comunicato che fornirà solo il 50% di quanto richiesto (con quantità effettive consegnate pressoché invariate rispetto ieri). Gazprom ha nuovamente ridotto i flussi del gas attraverso Nord Stream.

E la situazione non accenna a migliorare. Sembra una strategia quella russa volta a creare difficoltà ai paesi europei, affinché possano diminuire le loro scorte di gas nel periodo estivo e avere enormi difficoltà per il prossimo inverno.