Mer. Lug 6th, 2022

Nonostante non ci fossero le autorizzazioni per attraccare, la comandante della Sea Watch è entrata nel porto di Lampedusa. Una motovedetta della GF ha tentato di fermare la nave ma è stata speronata. Prima di attraccare, una motovedetta della guardia di finanza ha tentato infatti più volte di impedire l’ormeggio fino a quando si è dovuta sfilare per non rimanere incastrata fra la Sea Watch 3 e la banchina. L’unità della Gdf stava ormeggiando quando è stata speronata dalla nave dell’Ong tedesca. Solo grazie alla prontezza del pilota e a un perfetto coordinamento dell’equipaggio è stato evitato il peggio. La motovedetta, infatti, è in vetroresina mentre la nave è in ferro; il problema riguarda naturalmente anche le dimensioni delle due imbarcazioni, che sono in rapporto di uno a trenta circa.

La capitana della Sea Watch, Carola Rackete, è stata arrestata dalla Gdf. L’accusa è di resistenza e violenza contro nave da guerra, che prevede una pena dai tre ai dieci anni di reclusione. Ora potrebbe essere trasferita in carcere e processata per direttissima. Intanto i 40 migranti sono stati fatti sbarcare e trasferiti nel centro d’accoglienza.

Sulla vicenda è intervenuto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “Comportamento criminale della comandante della Sea Watch 3, che ha messo a rischio la vita degli agenti della guardia di finanza. Ha fatto tutto questo con dei parlamentari a bordo tra cui l’ex ministro dei trasporti. Incredibile”.