Dom. Ago 14th, 2022

A febbraio 2023 doveva andare in pensione, ma una malattia improvvisa l’ha costretto a lasciare il lavoro. L’uomo, 66 anni, ha trovato al suo fianco tutti i suoi colleghi, che per consentirgli di raggiungere la pensione hanno deciso di pagargli i contributi rimasti. Tutti uniti, in collaborazione con l’azienda e le Rsu, hanno dato vita a un accordo che prevede una donazione su base volontaria e a titolo gratuito di ore di Par (permessi annui retribuiti), in favore del lavoratore malato. “Non potevamo voltargli le spalle nel momento del bisogno”, ha commentato la titolare dell’azienda specializzata nella produzione di ricambi per auto a La Repubblica.