Mar. Lug 5th, 2022

Sono due anni che il mondo vive una situazione drammatica, ora appuntita dalla guerra in Ucraina. La libertà ci viene data dal momento che veniamo al mondo. Dio ci dona la libertà con la vita, ma queste libertà oggi sono ostaggio dei leader mondiali. Le nostre libertà sono state usate per contrastare l’epidemia da covid. Oggi la guerra vuole togliere le libertà per capricci geopolitici dei leader mondiali.

Dio ha dato vita ad un mondo che doveva proteggersi con l’amore dell’uno con l’altro. Fraternità tra l’umanità. Forse c’è riuscito in parte, fin quando il mondo non ha toccato altri sviluppi, e si è ridotto alle macerie attuali. Non è uno sviluppo iniziato qualche anno addietro, ma è l’evoluzione della storia del dopo cristo fino a giungere ai due dopoguerra del 900: prima guerra mondiale e seconda guerra mondiale.

Dopo la seconda guerra mondiale la parte occidentale ha trovato sviluppo e pace, mentre altre parti del mondo sono rimaste nel sottosviluppo e senza pace. Quel mondo che voleva Dio non si è mai unificato, rimanendo lacerato in più parti, vittime di conflitti infiniti che portano popolazioni intere a vivere nel terrore e nella fame. Dio non voleva questo mondo. Tutt’altro.

Quindi la libertà che ci viene donata all’inizio della nostra vita finisce nelle mani dei leader che volta in volta prendono in mano le redini di uno stato. Ognuno fa della nostra libertà un diritto suo e non un diritto dell’uomo di vivere liberamente. Si è determinato, nel corso della storia, effetti differenti dal credo di Dio. Dio voleva un mondo fondato sull’amore reciproco che, equivale, al fondamento principale della vita: il rispetto tra esseri umani. Finora questo concetto è stato trasgredito costruendo un mondo pieno di odio e poco amore. Che fine ha fatto l’amore?