Ven. Set 30th, 2022

ROMA- Deve essere una presa di coscienza da parte di tutti che le partecipate sono una vera e propria holding finanziaria a disposizione dei partiti. I partiti, e qui ci vuole un’altra presa di coscienza, sono un cancro per il popolo italiano. Essi nella loro ingloriosa vita politica hanno solamente distrutto il patrimonio economico della nazione.

Le partecipate sono infatti uno degli strumenti più usati dai partiti per prendere i soldi dei cittadini. Queste partecipate, che in alcuni casi sono la camera lussuosa dei politici trombati, hanno perdite che superano gli 84 miliardi. Una cifra che praticamente eviterebbe al paese di fare manovre finanziarie per i prossimi dieci anni. Milioni di euro spariscono dai bilanci comunali per via di queste partecipate. La musica è uguale quasi in tutta Italia. Non c’è amministrazione comunale che non ne faccia uso. Stesso vale per le amministrazioni regionali, dove i soldi che spariscono intorno alle partecipate sono notevoli.

Gli anni di politica perfetta messa in campo dai partiti, un cancro che con quelle metastasi ha raggiunto ogni punto dove era possibile raccimolare soldi e creare quella sorta di clientelismo per tenere buoni quelli che giravano intorno ai partiti, ha causato un danno al paese che oggi se ne pagano i danni. Le partecipate sono stati lo strumento preciso per creare la più grande banca a disposizione dei partiti e dei suoi uomini e donne.