Mer. Feb 21st, 2024

Questo paese sta naufragando nel ridicolo senza nemmeno accorgersene. Sono dieci anni che si è sviluppato un clima d’odio che parte principalmente dalle sinistre, che con le loro ideologie superate e la costante interpretazione pericolosa del pensiero unico, mettono in pericolo la nostra democrazia. Ormai non si può più parlare di un momento, sono più di venticinque anni che andiamo avanti così. Il fiume inconcludente di una politica senza contenuti ha superato gli argini, portando il paese a non avere argomenti e idee serie per far superare le innumerevoli difficoltà che ogni giorno vanno incontro i cittadini. Oggi si sono creati il soggetto prediletto attraverso il fascismo e l’antifascismo senza giudicare se stessi, che sono figli di quel comunismo che ha fatto tanti morti, e ovunque ancora regnano i regimi comunisti non c’è libertà di parola, di pensiero e non ci possono essere idee diverse da quelle dettate dal partito unico al potere. Il fascismo è morto e non tornerà più. Semmai dobbiamo avere paura che arrivi, se si continua così, un regime comunista che è ancora vivo in molti paese nel mondo.

Ad ogni elezioni la sinistra italiana, escludendo il PD che non si capisce che cosa sia, non va più oltre l’uno per cento. Segno che il popolo la ignora. Nonostante siano spariti dalla circolazione, continuano a tenere atteggiamenti e comportamenti che hanno determinato la loro sparizione dal panorama politico. Per questi signori dal 1992 Berlusconi è stato il nemico politico da sconfiggere. L’antiberlusconismo ha regnato per decenni con tanti girotondi, no global, popolo viola, ora le sardine, per far veicolare il pericoloso pensiero unico delle sinistre. Ogni volta per demolire i vincenti si sono inventati qualcosa, ma alla fine continuano a perdere le elezioni. Infatti gli ex comunisti sono andati a governare ed hanno fallito in toto, senza portare utilità al paese. Con loro al governo l’Italia non si è mossa, anzi, ha indietreggiato punendo maggiormente la parte produttiva della nazione. Hanno avuto l’occasione giusta per dimostrare, come vanno dicendo, di essere i migliori, ma niente, i governi di sinistra non sono durati più di due anni. Il Prodi uno e il Prodi due sono durati due anni, gli altri, quelli degli ultimi dieci anni, sono cambiati in meno di due anni, e le loro politiche sono state disastrose.

Le sinistre sono in panico, nessuno le vuole, ed ecco che hanno creato il nuovo nemico da combattere come pericolo della nazione: il fascismo, l’antifascismo e Salvini. Dopo Berlusconi è toccato a Beppe Grillo, Luigi Di Maio, Matteo Renzi, ora tocca a Salvini essere il nemico delle sinistre. Questi signori non cambiano mai: se non hanno il nemico di turno da combattere rimangono senza ossigeno.