Mar. Lug 5th, 2022

La legge è stata salutata con un minuto di silenzio, dopo l’approvazione alla che prevede la commemorazione dei morti del coronavirus ogni anno il 18 marzo. La data del 18 marzo coincide con la sera che i camion dell’esercito trasportavano le bare dei deceduti fuori dalla città di Bergamo. La sfilata di camion militari pieni di bare che portavano i cadaveri, colpì al cuore tutti gli italiani mostrando in pieno l’enorme tragedia che l’Italia stava vivendo. Ed è proprio il 18 marzo il giorno in cui si registrarono il maggior numero di vittime dell’epidemia.