Mer. Lug 6th, 2022

Non c’era dubbio che la ricetta messa in campo dal ministro degli interni Matteo Salvini era quella giusta. Salvini non ha fatto altro che recepire il sentimento popolare degli italiani, che non ne potevano più dei continui sbarchi sulle nostre coste. Nonostante il martellamento dei partiti di sinistra, le ingiurie dei radical chic di sinistra, Salvini ha proseguito per la sua strada ignorando di ciò che dicevano i buonisti.

Ed ecco che adesso anche l’Europa si piega, e sono proprio due organismi europei a dare ragione al ministro, e sono l’agenzia Frontex e l’Easo, ovvero lo European Asylum Support Office, l’ufficio che si occupa delle richieste di asilo.

Frontex, in questi giorni, ha pubblicato gli ultimi rilevamenti sugli arrivi illegali in Europa. E il quadro fornito sugli ultimi mesi e sul rapporto fra gennaio 2018 e gennaio 2019 mostra chiaramente che il numero degli ingressi illegali all’interno del territorio dell’Unione europea si è drasticamente ridotto. Tutto grazie alle politiche sull’immigrazione messi in campo dal governo italiano. Infatti sul fronte del Mediterraneo, larga parte dei meriti di questa interruzione dei flussi clandestini, coadiuvati dai trafficanti di esseri umani, è da assegnare proprio alla scelta del governo di fermare la rotta Libia-Italia.