Gio. Ago 11th, 2022

C’è mezza Italia in sofferenza che ha bisogno di riconquistare un minimo di speranza. Speranza che finora i precedenti attori politici hanno completamente ignorato. Forti della loro posizione economica, i vecchi politici si sono dimenticati che cinque milioni di italiani non potevano mangiare, mentre 18 milioni di italiani hanno iniziato il percorso di declino che può portarli nella stessa condizione dei cinque milioni in povertà assoluta.

Una vecchia classe dirigente che adesso attacca chi sta studiando misure per alleviare la sofferenza dei cittadini che loro hanno dimenticato. Per fortuna che gli italiani hanno capito che di queste persone non si può più fidare, e guarda avanti con la speranza che oltre all’assistenzialismo, come lo chiamano le opposizioni, ma non lo è, ci possa essere quel percorso parallelo per ricostruire quella macchina perfetta che era l’Italia prima dell’euro.

I vecchi attori politici, per correre dietro a pretese che riguardavano esclusivamente l’Europa e le banche, hanno demolito qualsiasi cosa che andasse a beneficio dei cittadini. Il risultato è stato la morte di migliaia e migliaia di piccole imprese che erano il vero volano che creava occupazione. A queste piccole imprese hanno tolto tutto, anche la vita in alcuni casi, fino a farle estinguere. Oggi l’Italia è senza lavoro da nord a sud, e questo è lo spettacolo impietoso che hanno costruito soggetti politici come FI e PD.

Quella macchina perfetta che è morta va ricostruita. A farlo possono essere solo idee nuove che mirino a mettere a tappeto la burocrazia italiana e la forte tassazione che impedisce di fare impresa. Senza imprese non c’è lavoro. Le opposizioni dovrebbero smetterla, perché dimostrano di non conoscere la vita fuori le mura del parlamento italiano. Non sanno minimamente cosa significa girarti intorno e non trovi cosa mettere dentro la pancia. Non sanno cosa significa bisogno di aiuto e intorno trovi solo silenzio. Insomma, le opposizioni con il loro atteggiamento stanno perdendo quel poco di attendibilità che gli era rimasta.