Gio. Ago 18th, 2022

Si siano aperti altri scenari a sostenere il nostro paese che possono far tremare la burocrate Europa. due viaggi concreti del premier Conte, il primo in America, il secondo in Russia, hanno aperto la possibilità di avere due alleati forti a difendere i diritti degli italiani.

Putini alcuni giorni fa ha fatto intendere che è disposto,attraverso il fondo sovrano russo, di comprare i titoli di stato italiani compromessi dai forti interessi. In Russia sono stati firmati accordi commerciali tra i due paesi. Tra i due paesi quindi si apre una sinergia che potrebbe portare ottimi risultati anche in merito all’Europa che finora ha decapitato l’economia italiana.

Oltre alla Russia c’è sempre la grande America, quella che già ci ha solvato una volta durante il secondo conflitto mondiale. Anche questa volta non ci abbandona e si schiera dalla nostra parte a differenza di quello che sta facendo l’Europa che ci vuole tutti poveri.

Il presidente Trump ha telefonato al premier Conte, lo riferisce lo stesso capo della casa bianca attraverso il suo profilo Twitter. Trump, che con Conte ha sempre dimostrato di avere un’ottima sinergia, loda le strategie del governo italiano e dice di essere completamente d’accordo sulla politica messa in atto da Roma sull’immigrazione clandestina. La sinergia riguarda anche l’economia italiana, con la manovra del governo Lega-Cinque Stelle che ha provocato l’ira della Commissione europea e di alcuni Stati membri dell’Unione europea. Il presidente degli Stati Uniti si conferma molto vicino alle scelte dell’esecutivo giallo-verde e ha espresso il suo supporto alle politiche economiche. Secondo il presidente Usa, Conte “sta lavorando molto duramente sull’economia italiana. Avrà successo”.

Quindi non siamo più soli, ma abbiamo due grandi alleati che, a differenza dell’Europa, sono pienamente d’accordo con la linea politica del governo Conte. Due paesi che possono davvero sostenere l’Italia a ritornare a crescere.