Ven. Mag 20th, 2022

Terremoto nella costituzione dei gruppi consiliari di Lusciano, Il consigliere di minoranza, Luciano Abate, lascia il gruppo “ Lusciano che vorrei”, per migrare nl gruppo indipendente.

“Sono passati circa due mesi dalla mia proclamazione da consigliere comunale di minoranza nella compagine elettorale “ Lusciano che vorrei  “- dichiara Abate-. Vorrei ricordare a quanti lo dimenticano cheiIl ruolo di consigliere di opposizione è importante quanto quello di maggioranza. Infatti chi siede in minoranza ha il compito di vigilare sull’operatodi chi amministra con suggerimenti ed aiuti nell’interesse della collettività. Un atteggiamento di puro ostruzionismo, fine a se stesso, un atteggiamento di passività, o al contrariodi inconcludente aggressività, non può enon deve essere giustificato. In altre parole, lo scontro a tutto campo, non giova a nessuno, e non può essere giustificato dall’aggressione strumentale dell’avversario.

La mia decisione di lasciare questo gruppo, e di dichiararmi indipendente, viene da lontano. E’, da tempo, cessato il dialogo costruttivo, le mie proposte a favore della collettività e del bene dei miei concittadini, venivano messe nel cassetto, a tratti non considerate. L’opposizione intelligente passa dalle proposte, dalle interazioni, dall’amore per la città.

Mi sono sentito estraneo nello stesso gruppo in cui ero stato eletto. Un esempio su tutti. Avevo fatto una proposta per aiutare i commercianti di Lusciano in questo delicato momento storico : la riduzione della tari del 30%. Ebbene gli altri 4 componenti della minoranza, protocollano una analoga proposta in cui ignorano me e le mie istanze. Evidentemente sono scomodo, o troppo costruttivo per loro, delle due l’una!

Durante il prossimo consiglio comunale formalizzerò il mio passaggio nel gruppo indipendente.