Mar. Ott 4th, 2022

Poverini, ci vanno di mezzo sempre loro, i fumatori. Una categoria sempre tassata ogni volta che si insediato un nuovo governo.

Nel mirino, secondo quanto riporta ilMessaggero, ci sarebbero le sigarette tradizionali, quelle elettroniche e anche quelle a tabacco riscaldato, nella prossima manovra per fare cassa. Il governo di sinistra sta studiando un piano che va a rimodulare in modo consistente il prelievo dai vari prodotti che riguardano il mondo del tabacco. Una strategia questa che potrebbe portare parecchi milioni di euro nelle casse dello Stato.

Non solo, la sinistra al governo è a caccia di altre risorse e dunque si preparano ad aumentare anche il prelievo unico erariale sulle slot machine. In questo quadro va anche sottolineato che una limatura alle imposte possa andare a toccare anche i settori bancari e quelle delle assicurazioni con inevitabili conseguenze anche sui clienti.

Insomma, una mattanza che i cittadini non volevano ma si sono ritrovati per colpa del M5S.  Il piano tassarolo di M5s e Pd adesso è pronto e la legge di Bilancio che arriverà questo autunno di fatto metterà a dura prova le tasche degli italiani già stremate in modo consistente da una pressione fiscale ormai alle stelle.

L’altro fronte che la sinistra al governo sta portando avanti ed è il chiodo fisso per l’esecutivo chiodo fisso per l’esecutivo che sta già studiando le nuove sanzioni per chi non rispetta i limiti. La morsa fiscale è entrata in azione. E i primi a farne le spese saranno i fumatori.