Gio. Ott 6th, 2022

Un ragazzo di 31 anni muore per un malore improvviso, al quale nessuno riesce a dare ancora una spiegazione, mentre si trovava all’interno delle mura della propria abitazione sembrerebbe per un infarto improvviso e fulminante. Ora i famigliari chiedono risposte e chiarezza. Come raccontato dalla testata Tv Prato, nella notte tra il 3 e il 4 agosto il ragazzo si è presentato al pronto soccorso dell’ospedale Santo Stefano spiegando di non sentirsi bene. Dopo una serie di accertamenti ed esami, era stato dimesso e rimandato a casa. Dopo circa 48 ore è sopraggiunto il nuovo malore che lo ha ucciso. Proprio per questo i familiari vogliono chiarezza per accertare se si tratti solo di tragiche coincidenze oppure se la morte di Gaddo può in qualche modo essere collegata al primo malore che lo aveva portato al pronto soccorso e quindi poteva forse essere evitata. La Procura di Prato ha aperto un fascicolo di inchiesta per omicidio colposo, al momento contro ignoti, per far luce sulla morte del giovane. Sono in corso le acquisizioni delle cartelle cliniche e la Procura potrebbe disporre presto l’autopsia.
Anche la Asl nel frattempo ha attivato la procedura di rischio clinico, un proprio percorso interno di indagine per appurare come sono andate le cose quando Giusti è arrivato al pronto soccorso e verificare se ci sono state eventuali omissioni o responsabilità.