Gio. Ago 18th, 2022

NAPOLI-Mare inquinato litorali Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana, è in gioco l’immagine di importanti località turistiche della Campania, invito la Regione a fare chiarezza, disvelando i dati Arpac e rassicurando operatori e turisti, dopo inquietante rapporto diffuso da Goletta Verde di Legambiente che ha prodotto la black list delle località il cui mare è ritenuto inquinato e non balneabile- E’ quanto chiede Agostino Ingenito di Assoturismo Campania e presidente Abbac, in relazione al servizio mandato in onda dal tg3 lo scorso 10 luglio sul rapporto di Goletta Verde circa l’inquinamento dei mari.

“La Regione chiarisca e fornisce i dati relativi ai prelievi eseguiti dall’Arpac e della concreta balneabilità del nostro mare – dichiara Agostino Ingenito – Il rapporto di Goletta Verde da elementi inquietanti sui livelli di enterococchi intestinali ed escherichia coli che non sarebbero sotto i livelli di sicurezza per la salute. “E’ chiaro a tutti la difficile situazione dei depuratori delle aree costiere dopo il recente sequestro di quello della Costiera Amalfitana come degli altri del litorale campano a seguito di inchieste delle Procure di Napoli e Salerno, ma appare inquietante il silenzio degli enti preposti. Molti nostri operatori della Costiera Amalfitana come nel caso di Atrani, ci hanno chiesto sostegno per questa vicenda che rischia di alimentare pesanti ombre su una stagione turistica che si preannuncia positiva anche per la particolare congiuntura internazionale che sta portando un incremento rilevante di turisti nei nostri territori – cosi continua Ingenito – Ecco perchè auspichiamo chiarezza su balneabilità, riqualificazione dei collettori fognari e dei sistemi depurativi. Sono in gioco le economie di molti territori e di operatori già costretti ad una ridotta stagionalità e una pesante tassazione con una concorrenza notevole rispetto al mercato internazionale- cosi conclude Agostino Ingenito.