Lun. Ago 8th, 2022

Mario Draghi in queste ore è stato il più lucido di tutti, anche di quell’Europa che in queste settimane ha rallentato la sua esistenza. Una macchia indelebile per il futuro della UE. La Germania vuole ancora fare “a capuzzella”, come si dice a Napoli, ma non ha capito che dopo l’inferno saranno i popoli a zittirla. Non potrà essere diversamente. Finora le sue pretese non hanno portato nessun beneficio alla EU. In queste ore i paesi membri sono avvolti dalla morte, e ci sono ancora paesi che vogliono dettare condizione economiche, in una economia che già non esiste più.

Come detto, il più lucido è stato Mario Draghi che, da subito, ha detto non pensate al debito pubblico e trovate risorse per aiutare i cittadini e imprese. In questo momento l’Italia ha ottenuto più aiuti dalla Russia, America e Cina, meno dalla stessa Europa. Lo scenario futuro sarà completamente diverso dal passato. Di sicuro alcuni equilibri mondiali saranno disegnati. Teniamo conto che la Cina è uscita presto dall’inferno, quindi ora avrà tutto il tempo a disposizione per ingranare di nuovo la marcia e si ritroverà dieci passi avanti rispetto agli altri.

Ed ecco che in queste ore il nome di Mario Draghi circola prepotentemente come futuro premier d’Italia. Una figura che pure in queste ore ha saputo dare un’indicazione veloce per sostenere l’economia dell’Italia ma anche degli altri paesi europei. Ora siamo in piena tempesta, la nave deve essere portata in porto con tutto l’equipaggio salvato, poi una volta a terra, quando tutti saranno salvi, ognuno dirà la sua.