Ven. Feb 3rd, 2023

ROMA- La legge elettorale cucita a misura per gli interessi del PD e di FI, si sta ripercuotendo su se stessi. Una legge fallimentare che solo Berlusconi e Renzi potevano costruire, e così il dopo voto restituisce un paese ingovernabile nonostante ci siano due grandi vincitori, Lega e M5S. Nulla di fatto, quindi, si deve ritornare al voto.

Ma è chiaro che con questa schifosa legge elettorale fatta da Berlusconi e Renzi non si può andare a votare. Bisogna cambiarla a tutti i costi prima di restituire la parola al popolo. Questo la sa bene Sergio Mattarella, che in queste ore di sicuro sta cercando di tirare fuori una soluzione prima che i partiti salgono al colle per le consultazioni.

All’orizzonte potrebbe esserci un esecutivo di scopo, che faccia la legge elettorale, e poi si torna al voto Chiaro però che in questo caso il premier non potrebbe essere espressione diretta dei partiti che lo sosterrebbero, ma una figura super partes che faccia da collante. Di sicuro il capo dello stato in queste ore sta individuando qualche nome da sottoporre ai partiti e cercare di trovare una via d’uscita plausibile per ridare la parole agli elettori. Unica soluzione, poiché il quadro politico italiano è desolante.