Ven. Feb 3rd, 2023

ROMA- I prossimi anni sarà difficile per gli altri partiti contrastare l’ascesa di Lega e M5S. Salvini di sicuro non può sbagliare nessuna mossa qualora fosse il nuovo capo del governo. Per lui, sbagliare, significherebbe fare la fine di Renzi, senza se e senza ma. Quello che non è mai riuscito ad Alleanza Nazionale è riuscito in pieno alla lega: mettere in minoranza Berlusconi. Un qualcosa che nemmeno Silvio si aspettava, ma è successo.

Sia Salvini sia Di Maio, entrambi, per i ruoli che gli saranno assegnati, diventano l’antisistema nel nuovo parlamento. Chiunque dei due diventa premier farà un percorso per eliminare tutti i privilegi della casta, e in più, costruire un sistema Italia diverso da quello che si è tenuto in piedi finora.

A Salvini va l’onore di aver saputo costruire la destra in Italia, perchè le politiche della lega sono di destra. Non è del tutto fantascienza, perché i voti che sono andati a Salvini al sud, sono voti che arrivano sia dai moderati sia dalla destra. Quindi molti degli elettori di destra che erano disorientati, hanno trovato in Salvini la sponda giusta. Il risultato è evidente, e oggi la lega è il terzo partito italiano e, per giunta, è il primo della coalizione vincente, quindi a Fini questa impresa non riuscì, a Salvini è riuscita in pieno.