Mer. Lug 6th, 2022

NAPOLI-“Sono contenta di vedere tante adesioni a Fratelli d’Italia nella capitale del Mezzogiorno e in tutto il Sud. Il nostro è un progetto nazionale, non meridionalista, ma l’unità del Paese si difende solamente se in Italia ci sono le stesse opportunità e gli stessi servizi”. Sono le parole del presidente nazionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Giorgia Meloni, annunciando questa mattina tre nuove adesioni al partito nel corso di una conferenza stampa all’hotel Ramada di Napoli. La squadra di Fratelli d’Italia in Campania arricchisce il proprio organico con gli innesti del presidente di Mezzogiorno Nazionale Pasquale Viespoli, del già consigliere regionale della Campania Pietro Diodato e del consigliere comunale di Napoli Andrea Santoro. “A Viespoli ho chiesto di attivarsi per rendere effettiva una coesione nazionale che passa solo attraverso il rilancio del Mezzogiorno – ha detto Meloni – il nostro è un partito sovranista che mette al centro le persone e i loro problemi: il divario tra Nord e Sud è prioritario nella nostra agenda politica”. Parole pienamente condivise da Viespoli, che ha ribadito la necessità di “mettere da parte i personalismi per lasciare il campo alla conta delle idee: il Sud ha diritti e doveri da rivendicare”. Progetto sposato anche da Diodato, per il quale “l’obiettivo è la ricomposizione della destra che deve essere forte e credibile. Ci stringiamo intorno a Giorgia Meloni che è il leader di questo rinnovamento”. Santoro sarà il nuovo punto di riferimento di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale nel consiglio comunale di Napoli: “Un onore per me rappresentare il partito nella terza città d’Italia, i tempi sono maturi per ritrovare l’identità smarrita del centrodestra, tornando vincenti con Giorgia Meloni”. Tra i promotori dell’iniziativa il consigliere regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale in Campania Luciano Passariello: “Il nostro partito esce da questa giornata decisamente rafforzato. Con le nuove importanti adesioni annunciate oggi dimostriamo di mantenere alta l’attenzione sulle problematiche che affliggono la nostra Regione e tutto il Sud Italia. Sono d’accordo con il nostro presidente: solo riducendo il divario tra Nord e Sud si può rendere questo Paese finalmente coeso”.

fdi-0694