Mer. Dic 7th, 2022

È stata vittima di una brutalità inaudita la piccola di 22 mesi picchiata selvaggiamente dal compagno della madre. Per fortuna le sue condizioni migliorano rispetto al giorno del ricovero. La piccola respira spontaneamente ma i medici del Bambino Gesù restano cauti.

“La situazione clinica è in lento miglioramento. I parametri cardio-respiratori sono stabili. La bambina è stata estubata, è cosciente e ha ripreso l’attività respiratoria spontanea”. E’ quanto si legge nel bollettino medico emanato stamane dal Bambino Gesù di Roma. Un pestaggio di cui dovrà rispondere il nuovo compagno della mamma, Federico Zeoli, 25 anni di origini molisane, accusato ora di tentato omicidio. Ed è stata proprio la mamma della piccola, una ragazza di 23 anni, incalzata dalle domande pressanti dei dottori del pronto soccorso, a confessare che a picchiare sua figlia era stato il suo nuovo compagno perché ” piangeva troppo forte”.

Le indagini proseguono per fare chiarezza su cosa sia accaduto mercoledì pomeriggio quando, secondo il racconto della mamma, la furia dell’uomo si è scatenata sulla bimba che ha altre due sorelle: una gemella e un’altra maggiore, di cinque anni.