Mer. Lug 6th, 2022

Getta la spugna l’ex ministro Marco Minniti. Si era candidato alla segreteria del partito per dare una mano per la scelta del nuovo segretario dopo i disastri di Matteo Renzi alla guida dle partito, che avevano innescato una serie di spaccature interne e il lascio di molti esponenti di prima ora della costituzione del partito.

Ieri sera Minniti ha annunciato il ritiro della sua candidatura a segretario del Pd. Lo stesso ex ministro ha detto che la scelta è stata ponderato e l’ha fatto “per salvare il partito”. “Quando ho dato la mia disponibilità alla candidatura sulla base dell’appello di tanti sindaci e di molti militanti che mi hanno incoraggiato e che io ringrazio moltissimo – si legge infatti nell’intervista rilasciata a Repubblica -Io lo faccio solo per il Pd. So che c’è il rischio di deludere chi ha deciso di concedermi un affidamento. Ma ci sono momenti in cui bisogna assumersi delle responsabilità personali. Per troppo tempo il partito si è adagiato su uno specchio deformato in cui ci si chiedeva ‘che faccio io?’ Un eccesso di personalizzazione. Ma il destino di un partito non può essere legato alle singole persone”.