Sab. Dic 3rd, 2022

NAPOLI- A Napoli ormai si compiono azioni camorristiche come se fossimo all’interno dei territori gestiti dal califfato. Si uccide senza pietà e a sangue freddo similmente come i terroristi dell’isis sgozzano le persone. Ieri sera altro omicidio nella città di Napoli, ormai in piena guerra camorristica. Andrea Saraiello, 26 anni, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco. Il giovane risulta incensurato. L’omicidio è avvenuto non lontano dall’aeroporto di Capodichino. Il giovane era in sella al suo scuoter quando è stato avvicinato da uno o più sicari che gli hanno sparato diversi colpi ti pistola uccidendolo sul colpo. Questo ennesimo delitto arriva a pochi giorni dall’ultimo omicidio a discapito di un 17enne, Gennaro Cesarano.

Ormai Napoli è ripiombata negli anni bui della guerra di camorra. Questa volta però stanno cadendo sotto i colpi dei bossoli giovanissimi. Un aspetto increscioso e ben diverso dalle precedenti guerre di camorra che ci sono state nel corso degli anni nella città di Napoli. È uno scenario di prepotenza che somiglia molto a quello dei terroristi islamici.