Sab. Lug 2nd, 2022

Dopo l’addio di Gattuso, ormai il nuovo Napoli di Spalletti è tutto da costruire. De Laurentis ha perso molti soldi con la non qualificazione alla Champions League, per far quadrare i conti ha deciso di diminuire gli ingaggi ai giocatori. L’era Spalletti è tutta un’incognita, e parte in salita, poiché molti big del Napoli potrebbero fare le valige e non accettare la decisione del presidente. In prima linea potrebbe esserci proprio il capitano Insigne, al quale il presidente ha offerto un rinnovo al ribasso. Sullo stesso piano anche Mertens, che ha ancora un anno di contratto a 4,5 milioni. A Insigne il presidente vuole offrirgli un ingaggio di 3,5 milioni di euro a stagione, mentre il giocatore chiede 5 milioni a stagione. Una bella distanza, che però potrebbe essere colmata nel tempo vista la ferma intenzione delle parti di arrivare a un accordo.

Mertens invece potrebbe essere sul punto di partenza nonostante è stato il miglior bomber della storia del Napoli. Molto probabilmente non partirà titolare con Spalletti, il giocatore ha 34 anni e ancora un anno di contratto a 4,5 milioni di euro. Troppi in questo periodo di austerità per la società del Napoli.