Sab. Dic 3rd, 2022

NAPOLI- Si è tenuto a Castel dell’Ovo di Napoli, il 14 maggio scorso, il consueto convegno annuale dell’ Associazione Campana  di Urologia che  vede riuniti tutti gli urologi della Regione Campania ed  organizzata dal Consiglio Direttivo ACU presieduto  dal dott. Aldo Maffucci, urologo dell’Ospedale Monaldi di Napoli. Numerose ed interessanti le relazioni tenutesi su tutti gli aspetti del panorama uro-andrologico. In particolare si è discusso sulle terapie più avanzate in campo oncologicoper il tumore della vescica di alto grado non infiltrante  e soprattutto del tumore della prostata con interventi di urologi provenienti anche da  altre regioni d’Italia e con il contributo di oncologi e radioterapisti.

Sono stati proiettativideo di molteplici  interventi  chirurgici e tra l’altro quelli di prostatectomia radicale e  tumorectomia  renale con utilizzo del Robot “da Vinci”, quelli di plastica dell’uretra per  restringimenti del canale uretrale  e di chirurgia peniena  per deficit erettile.  E’ stato proposto anche un protocollo per il trattamento dellacistite interstiziale  elaborato dai massimi esperti campani riuniti in commissione  ed istituito dall’ ACU e che sarà sottoposto alla Commissione Sanità della Regione Campania. Largo spazio, poi,alla terapia  medica  e chirurgica  della calcolosi urinaria. Rivoluzionario l’approccio dietologico con la forte affermazione della necessità dell’apporto di calcio nelladieta dei pazienti affetti da calcolosi renale.  Ed ancora forse più rivoluzionaria la  relazione sul possibile filo che può collegare la infiammazione  della prostata con l’ipertrofia benigna  ed il carcinoma prostatico.

L’affluenza come  di consueto è stata molto alta per la presenza di tantissimi urologi provenienti da tutta la Campania. Il convegno è stato altresì caratterizzato dalla presenzadei massimi esponenti delle tre Società Urologiche Italiane più rappresentative ( SIU, AURO.it, SIUT) i cui soci rappresentano la quasi totalità degli urologi ospedalieri, universitari  e del territorio italiano. E’ stato dato anche largo spazio ai giovani urologi campani con l’istituzione di una  Young Session che  caratterizza la mission dell’ Associazione Campana di Urologia volta al futuro della nuova classe urologica  emergente.