Mar. Ago 9th, 2022

PALERMO-Alla presenza del Coordinatore nazionale della CONF.I.A.L. (Confederazione Italiana Autonoma Lavoratori), Benedetto Di Iacovo, nasce a Palermo la Federazione dei lavoratori e degli operatori dello Spettacolo, Moda, Arte, Sport. A dirigerla, è Nicola Vizzini, operatore noto al mondo degli artisti e dei lavoratori di questo settore, spesso, sempre a confine tra il lavoro dipendente e quello a cavallo tra autonomo e partite iva. Una sorta di area grigia del lavoro -la definisce il Coordinatore nazionale Confederale di CONF.I.A.L. Benedetto Di Iacovo- che, finalmente, con questa specifica Federazione costituita all’interno della CONF.I.A.L. nazionale, darà riconoscibilità, voce e valore al lavoro di questa importantissima area di lavoro, non sempre definita o regolamentata, sia a livello regionale che nazionale.

D’altro canto -evidenziano all’unisono il neo eletto Coordinatore nazionale della categoria Vizzini e Di Iacovo- che, per quanto riguarda le Professioni non regolamentate, dal 10 Febbraio 2013 è entrata in vigore la nuova Legge 14 Gennaio 2013, n. 4 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate, anche  in Associazioni, Ordini o Collegi”, che reca la disciplina delle Professioni non regolamentate o non completamente regolamentate. Numerose sono infatti le tipologie di professioni e mestieri –evidenziano Di Iacovo e Vizzini- non regolamentate che si ritrovano in settori come lo spettacolo, le arti, le scienze, i servizi alle imprese e la cura alla persona.

La Federazione Nazionale, guidata dal neo-coordinatore Nicola Vizzini, che sarà coadiuvato da altri dirigenti del settore, sia a livello nazionale che regionale, offrirà inoltre agli associati tutta una serie di servizi gratuiti, nonché, attraverso il circuito di “Amica card”, circa 50.000 attività e servizi utili convenzionati, a disposizione di ogni associato che si registra sul circuito internazionale di “Amica card CONF.I.A.L.”.

Questa categoria, ad onor del vero, -ha evidenziato Di Iacovo- in occasione della riunione di “investitura” di Vizzini, tenutasi a Palermo in un noto Albergo cittadino, alla presenza di tantissimi operatori del mondo dello Spettacolo e della Moda, a distanza di 4 anni dalla soppressione dell’ente Enpals, l’Ente di previdenza dei lavoratori dello spettacolo, stà  subendo tantissimi disagi.

Anche per queste ragioni, una volta partita la campagna di tesseramento, si valuterà l’opportunità di una iniziativa pubblica per chiedere al ministro Poletti se e come ha intenzione di intervenire con Inps per risolvere le problematiche connesse. Ciò considerato, anche, che moltissime persone non riescono più ad essere assicurati o a ottenere le corrette liquidazioni in tempi adeguati. Per queste ragioni a disposizione di questi lavoratori ed operatori saranno messi a disposizione il Patronato ed il Centro di Assistenza Fiscale (CAF) convenzionati con la CONF.I.A.L. che assisteranno gratuitamente tutti questi operatori in possesso della “Amica card CONF.I.A.L.” .

Le problematiche da affrontare, sono tante e complesse. “Agli iscritti all’ex Enpals non viene aggiornata la posizione assicurativa per l’anno 2015 e tale mancato accredito contributivo determina la non completa liquidazione delle prestazioni. Inoltre, i tempi di attesa sono lunghissimi, con una media di 7/9  mesi, i provvedimenti di liquidazione delle pensioni spesso non vengono inviati e quando vengono inviati sono carenti di elementi minimi necessari per verificarne la correttezza”. Alcune di queste riguardano anche l’aspetto pratico, atteso che l’Istituto accetta le domande di pensione esclusivamente per via telematica,  che, al momento i Patronati sono in condizione di seguire, pur non dimenticando che le procedure per la liquidazione non sono strutturate per gestire le posizioni ex Enpals e non sono, ancora aggiornate con le normative vigenti.

Inoltre -evidenziano Di Iacovo e Vizzini-  associandosi, detti lavoratori, avranno una Rappresentanza concreta e tale da interloquire con gli Istituti preposti, nonché con lo stesso Ministero del lavoro e le Regioni, per le parti di loro specifica competenza. A ciò va aggiunta la possibilità di una “Campagna” di verifica della consistenza della propria posizione assicurativa, per evitare brutte sorprese future a questi lavoratori.

La federazione ha sede legale in Roma ed operativa in Palermo e nelle restanti regioni di Italia.