Ven. Ott 7th, 2022

Per molti partiti è una corsa contro il tempo in piena estate e in piena vacanza per moltissimi italiani. Di solito a quest’ora i politici erano già sulle migliori località turistiche a divertirsi. Quest’anno le cose sono andate storte. Il capo dello stato ha sciolto le camere e per la prima volta nella storia repubblicana i partiti sono alla prese con la raccolta firme e la presentazione delle liste.

Le liste con le candidature si presentano il 21 e il 22 d’agosto (dalle 8 alle 20) negli uffici elettorali nelle sedi delle Corti di appello. Devono essere presentate sia le liste nei collegi plurinominali che le candidature nei collegi uninominali.

Normalmente si devono presentare dalle 1500 alle 2000 firme per ogni collegio plurinominale (non servono sottoscrizioni per chi si candida nei collegi uninominali). Quest’anno, visto che la legislatura è terminata in anticipo, il numero minimo di sottoscrizioni è dimezzato: per ogni collegio plurinominale ne servono almeno 750. Dunque per la Camera servono almeno 36.750 firme, per il Senato 19.500, ma ogni supporter può firmare per entrambe le Camere.