Mar. Nov 29th, 2022

Questo governo inizia a perdere colpi giorno dopo giorno. Sono solo quattro settimane che siamo fermi e già si piange miseria come se fossimo fermi da un anno. Tutto quello che sta succedendo non ha senso. I provvedimenti sono impropri, e non vanno nella giusta direzione: il 60% dell’Italia sta lavorando a pieno regime. I poveri di oggi sono gli stessi che c’erano prima, perché nessuno ha fatto nulla nel passato?

Ma chi è fermo in Italia? Ecco, il governo dovrebbe porsi questa domanda. Tra i settori essenziali e tutta la filiera che ruota intorno a loro, sono aperti e stanno lavorando a pieno regime. In Italia per la maggiore sono fermi solo commercianti vari, ristoranti, bar, alberghi, imprese e artigiani edili, industrie meccaniche, e non tutte, perché molte forniscono la filiera alimentare e farmaceutica. Insomma, perché tutta questa manfrina? Perché tutti questi soldi gettati via inutilmente. Primo, si doveva combattere la fame di chi non andava più a lavorare, a nero o non. Il sistema era semplice, erogare una card con dentro 300 euro per le famiglie con figli grandi, e 450 per le famiglie con bambini, in maniera tale da garantirgli assistenza alimentare. Così si toglieva anche tutta questa “manfrina” che ruota intorno agli aiuti alimentari. Questo era il primo passaggio fondamentale, e bisognava farlo subito. Il secondo step necessario era quello di annullare tutti i pagamenti del 2020 da dare allo stato da parte delle piccole imprese coinvolte nella chiusura forzata. Annullare tutte le bollette di fornitura gas, elettriche e telefoniche per tre mesi, e lo stato si faceva carico dei pagamenti, ma solo per gli indigenti.

Per chi lavora nella pubblica amministrazione o in grandissime aziende, non è successo niente. Lo stato doveva guardare solo nelle case di chi si è fermato del tutto.  Per un bar, ristorante, negozi vari, i mancati incassi sono un danno. Il discorso vale per tutti quelli che sono fermi per le attività commerciali, che senso ha dare milioni di euro in prestito ad aziende che non ne hanno bisogno? Siamo sempre il paese che fa il contrario di quello che si deve fare.