Gio. Lug 7th, 2022

La triste vicenda è successa in un villaggio del distretto di Khakassia, in Russia, dove un bambino di 11 anni ha perso la vita dopo che i nonni lo hanno gettato nella stufa ed è morto carbonizzato. A quanto si apprende, i due nonni erano ubriachi e sembrerebbe che non sopportassero il pianto del bambino. Tutto il villaggio è sotto shock. Nessuno si immaginava che potesse succedere questa tragedia dopo che i nonni si sono presi cura del bambino quando la mamma non c’era. La coppia – come riporta Tgcom24 –  rischia la condanna all’ergastolo.

La madre del piccolo ha affidato ai social il suo dolore. “Riposa in pace, mio ​​amato figlio – scrive su Facebook – Il mio dolore non diminuisce nemmeno per un minuto. Come potrò farcela se tu non sei con me? Non posso abbracciarti, ho solo una tua fotografia dove rivedere il tuo sguardo gentile e tenero. Mi manchi tanto, figlio mio. Vieni a trovarmi solo per un secondo: vieni a trovarmi nei miei sogni. So che ora vedi tutto, sei un angelo che vola in cielo“.