Mar. Ago 9th, 2022

ROMA- A volte sembra mortificante leggere e ascoltare affermazioni dei politici italiani, quando dicono che i soldi non ci sono. No, i soldi ci sono, soltanto che loro li buttano nel cesso, e poi chiedono agli italiani sacrifici impossibili. L’Italia incassa quasi 800 miliardi l’anno, di questi soldi la metà va consegnata nelle mani dell’Europa che li gestisce per noi. Poi, noi, siamo costretti a chiedere i nostri soldi all’Europa attraverso progetti, i cosiddetti fondi europei. Questa è la prima inutilità dell’Europa. Non solo, i nostri politici poi, rincarano la dose delle inutili politiche, prendono i nostri soldi e li gettano nel cesso attraverso uno spreco senza pari.

Ha ragione Sgarbi quando dice che il parlamento funziona dal martedì pomeriggio al giovedì per far guadagnare ai parlamentari qualcosa come 12-13 mila euro al mese, se non sono soldi buttati questi!!! Oltretutto costruiamo anche grandi palazzoni, come ad esempio il palazzo della regione Lombardia costato 600 milioni di euro, e poi non si semplificano le funzioni delle istituzioni per far pagare di meno ai cittadini eliminando questi onerosi costi per costruire strutture inutili.

In Italia si spendono enormi risorse pubbliche per costruire cose inutili, quando si finiscono, quando non si finiscono i costi lievitano e le opere non vengono mai consegnate ai cittadini.  Quindi, loro sprecano i nostri soldi, ma poi chiedono agli italiani di fare sacrifici aumentando a dismisura le tasse. E per sentirsi sempre felici, i politici tutti costruiscono anche leggi a misura di cittadino, per togliergli i beni che essi hanno costruito con enormi sacrifici. Insomma, loro distruggono la nostra ricchezza, e poi chiedono ulteriori soldi per ripianare i debiti che hanno accumulato attraverso spese inutili e, poi, quando mancano i soldi, pignorano le case degli italiani che non possono più pagare le tasse, perché, loro, i politici, hanno anche tolto il lavoro ai cittadini che consentiva di pagare le tasse.